top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

Condannato il Killer che ha ucciso in Inghilterra Nino e Francesca: chiuso in "Manicomio" Criminale

<A meno di un anno, arriva la condanna per l'uomo che in Inghilterra uccise i fidanzati Nino Calabrò e Francesca Di Dio>


[Nella foto da sinistra, Francesca Di Dio col fidanzato Nino Calabrò, a destra Andrea Cardinale]

Redazione - Cronaca in primo piano

Nulla potrà restituire ai genitori i fidanzati Nino e Francesca, neanche la condanna "relativa" ad un afferrato duplice omicidio che avvenne in casa, il 21 dicembre dello scorso anno in Inghilterra, all'interno della casa del giovane Nino Calabrò, 26 anni, colui che in modo insospettito aveva ospitato inconsapevolmente il suo assassino e la sua ragazza, Francesca Di Dio, 20 anni, anch'essa in casa quella notte d'inverno per trascorrere il Santo Natale col fidanzato Nino Calabrò, appena giunta da Montagnareale.

La giustizia inglese per quel duplice omicidio avrebbe condannato l’amico palermitano, Andrea Cardinale di 22 anni, colui che li avrebbe massacrati senza un minimo di esitazione entrambi, per futili motivi e senza una valida giustificazione per essere in qualche modo perdonato.

Già il perdono, quell’uomo difficilmente potrà conoscere e capire il male che ha fatto nel distruggere la vita di due giovani e l’indelebile e profondo dolore che ha lasciato alle due famiglie di Montagnareale e Barcellona Pozzo di Gotto.


Salvina, la mamma di Nino scrive questa frase sui social: "Gesù è stato tradito per 30 denari , tu per 30 pounds e per aver dato affetto a chi non lo meritava".


La condanna che lascia tanti dubbi


Schizofrenia paranoica acuta, sarebbe questa la diagnosi di tre peridi nominati dal tribunale inglese per giudicare il 22enne palermitano.


La corte inglese di Teesside ha emesso il primo verdetto giudiziario dichiarando colpevole l'amico killer che viveva e condivideva quella casa trasformata in piena notte in "orrore" dove la giovane coppia veniva freddata follemente con una mazza da Baseball.


L'uomo dovrà rimanere attualmente in una struttura ospedaliera, una sorta di "Manicomio Criminale" per il recupero, senza un preciso limite di tempo; insomma poi si vedrà su come e per quanto tempo dovrà scontare la sua pena che la giustizia inglese valuterà meglio nel tempo, per un uomo che ha problemi di salute mentale, che le leggi del Regno Unito dovranno stabilire la pena precisa in casi come questo.

Tuttavia, oggi l'unica certezza è quella che Nino e Francesca non ci sono più e nulla li riporterà tra le loro rispettive famiglie.

Comments


Banner Splash.jpg
bottom of page